LA COLLEZIONE INVERNALE / THE WINTER COLLECTION, group exhibition, OGA, Roma, Italy, 20/12/2018-3/1/2019

Artists: Georgina Campbell, Werther Germondari, Jim Hawk, Franco Mapelli, Alcaeus Spyrou.

On the occasion of the winter solstice, the Ospizio Giovani Artisti presents a group exhibition dedicated to the cold season, with works by five international artists, all coming from the OGA collection.

In occasione del solstizio invernale l’Ospizio Giovani Artisti presenta una collettiva dedicata alla stagione fredda, con opere di cinque artisti internazionali, tutte come sempre provenienti dalla collezione dell’OGA.

Georgina Campbell (Gosford, Australia, 1978) lives and works in Melbourne and London. Photographic artist with an interest in exploring the photograph as a sculptural object, building her own cameras and experimenting with landscapes. Her solo exhibitions include Open Your Mind – Tread Softly, held at the Bayside Arts & Cultural Centre, Melbourne, in 2015 and The Grandfather Paradox, at the Queensland Centre for Photography and the C3 Gallery, Abbotsford Convent, Melbourne both in 2009. More recently, Georgina has completed a book, Strange Loop, based on her most recently body of work created at an artist residency in Iceland in 2016.

Werther Germondari (Rimini, 1963), vive e lavora a Roma. Artista visivo e filmmaker indipendente, diplomato al Centro sperimentale di Cinematografia di Roma e laureato al DAMS (Università di Bologna). Attento a dinamiche innovative sperimentali neo-concettuali e situazioniste, che si caratterizzano per un gusto ironico e surreale, svolge da trentacinque una ricerca attraverso numerosi media espressivi. Ha partecipato a più di cento esposizioni in gallerie private e spazi sperimentali, alternando installazioni d’ambiente, videowork e atti performativi, e focalizzando l’attenzione su elementi nascosti, attinenti a una visione reale, sociale e politica. Nel 2013 ha ideato l’Ospizio Giovani Artisti.

Jim Hawk (New Eagle, USA, 1945) He attended Ohio University in Architecture and completed his higher education at Cleveland State University as a Mechanical Engineer. Filmmaker and photographer, Jim has produced, written, edited and directed many short films, documentaries, music videos and industrial presentations. For two years he served as an Associate Producer and for four years as the Director for the “behind the scenes” film for the Connecticut Film Industry Training Program. He has been interviewed several times on television about the making of his short films. His films have been well received by local television stations, film festivals and other public venues.

Franco Mapelli (Milano, Italy, 1948) graduated in architecture in Rome, before devoting himself to photography. His photographic research on the territory mainly concerns the urban places, the natural ones and above all the contaminations between the two elements. Among the many exhibits we can mention the work on the Roman outskirts, the large margin Landscapes and new suburbs, personnel in the Rome Space Renzi & Partners of Rome. With s.t. photo gallery of the Rome gallery created in 2010 La Mariée mise à par ses célibataires, or The Great Glass by Marcel Duchamp.

Alcaeus Spyrou (Elbasan, Albania, 1991) lives and studies in The Hague, Netherlands. He is lens-captured visual artist, researching the cinematic image and the psyche of contemporary migration. He studied BA Fine Art at Middlesex University in London and has been awarded the John Walker Prize for outstanding Academic Achievement. Born in Albania and raised in Athens, his migrant upbringing would focus his gaze towards shifting landscapes: “I perform my migration by re-entering displacement. Through photography and moving image, I document the ever-changing landscape, archiving its flora and fauna”.

—————————————————

Georgina Campbell (Gosford, Australia, 1978) vive e lavora a Melbourne e Londra. Artista interessata ad esplorare la fotografia come oggetto scultoreo, costruendo le proprie macchine fotografiche e sperimentando con il paesaggio. Le sue mostre personali includono Open Your Mind - Tread Softly, realizzata al Bayside Arts & Cultural Center di Melbourne nel 2015 e The Grandfather Paradox, al Queensland Center for Photography e alla C3 Gallery, Abbotsford Convent, di Melbourne, entrambi nel 2009. Più di recente Georgina ha completato un libro, ‘Strange Loop’, basato sul suo ultimo lavoro, realizzato durante una residenza artistica in Islanda nel 2016.

Werther Germondari (Rimini, 1963), vive e lavora a Roma. Artista visivo e filmmaker indipendente, diplomato al Centro sperimentale di Cinematografia di Roma e laureato al DAMS (Università di Bologna). Attento a dinamiche innovative sperimentali neo-concettuali e situazioniste, che si caratterizzano per un gusto ironico e surreale, svolge da trentacinque una ricerca attraverso numerosi media espressivi. Ha partecipato a più di cento esposizioni in gallerie private e spazi sperimentali, alternando installazioni d’ambiente, videowork e atti performativi, e focalizzando l’attenzione su elementi nascosti, attinenti a una visione reale, sociale e politica. Nel 2013 ha ideato l’Ospizio Giovani Artisti.

Jim Hawk (New Eagle, USA, 1945) ha frequentato architettura all'Università dell'Ohio e ha completato la sua formazione superiore presso la Cleveland State University come ingegnere meccanico. Filmmaker e fotografo, Jim ha prodotto, scritto, montato e diretto molti cortometraggi, documentari, video musicali e presentazioni industriali. Per due anni ha lavorato come produttore associato e per quattro anni come direttore del film "dietro le quinte" per il Connecticut Film Industry Training Program. È stato più volte intervistato in televisione sulla realizzazione dei suoi cortometraggi. I suoi film sono stati ben accolti dalle televisioni locali, e dai festival cinematografici internazionali.

Franco Mapelli (Milano, 1948) si è laureato in architettura a Roma, prima di dedicarsi alla fotografia. La sua ricerca fotografica sul territorio riguarda principalmente i luoghi urbani, quelli naturali e soprattutto le contaminazioni fra i due elementi. Tra le moltissime mostre si segnala il lavoro sulla periferia romana, Il grande margine Paesaggi e nuove periferie, personale nello Roma Spazio Renzi & Partners di Roma. Con s.t. foto libreria galleria di Roma ha realizzato nel 2010 La Mariée mise à nu par ses célibataires, ovvero Il Grande Vetro di Marcel Duchamp, e nel 2011 ‘Ascoltare il paesaggio, un itinerario paganiano dalla Val di Vara a Genova’, Roma palazzo Taverna, Genova Palazzo Rosso.

Alcaeus Spyrou (Elbasan, Albania, 1991) vive e studia a L'Aia, in Olanda. È un artista visivo alla ricerca dell'immagine cinematografica e della psiche sul tema della migrazione contemporanea. Ha studiato BA Fine Art alla Middlesex University di Londra ed è stato insignito del John Walker Prize per l'eccezionale risultato accademico. Nato in Albania e cresciuto ad Atene, il fatto di essere a sua volta un migrante gli fa focalizzare lo sguardo sui paesaggi mutevoli: "Attraverso la fotografia e l'immagine in movimento, documento il paesaggio in continua evoluzione, per mezzo della sua flora e della fauna ".

Werther Germondari © 1980 - 2019